Un pomeriggio con gli Alpaca

postato in: Italia, Parchi | 2

Durante il nostro soggiorno nella meravigliosa Castiglione della Pescaia abbiamo dedicato un pomeriggio alla scoperta degli alpaca.

Oggi il nostro girovagare ci porta all’allevamento Albus Alpacas Sasso d’Ombrone – Grosseto, gestito da Cecilia per una visita all’allevamento degli alpaca.

Il nostro pomeriggio con gli alpaca inizia con un briefing introduttivo. Il personale addetto, ci illustra i comportamenti adeguati ed inadeguati da adottare in presenza di alpaca.


DA NON FARE:

  • non urlare.
  • gesticolare eccessivamente
  • toccare se non vogliono essere toccati.
  • mettersi sempre di lato MAI dietro.

Gli alpaca sono animali docili ma timidi, essendo delle prede, le femmine sono più riservate rispetto al maschio più esuberante.

Ci viene fornito un sacchetto di erba medica pressata da dare agli alpaca tenendo la mano bassa così che l’animale possa mangiare con estrema facilità.

Arriva il momento di entrare nel recinto delle femmine e siamo molto emozionate perché era da tempo che volevamo fare questa esperienza, purtroppo rimandata fino ad oggi.

Con Bianca ci avviciniamo con cautela a questi animali pelosi dall’aspetto tenerissimo. Con le crocchette in mano aspettiamo che si avvicinino per mangiare dai nostri palmi.

Maya, la più coccolosa delle femmina, mangia dalla mia mano mentre Bianca le accarezza il morbidissimo collo.

Maya

Rain la più piccola resta in disparte, è ancora cucciola e non le piace socializzare con gli umani.

Incontro con i maschi

Dopo aver coccolato le femmine di alpaca è giunto il momento di andare nel recinto dei maschi, che ci osservano da lontano come a volerci dire “siamo coccolosi anche noi”.

Entriamo nel recinto dei maschi e dobbiamo accelerare il passo per non essere circondate.

Nemo è il più docile, quello più propenso ad interagire con noi inoltre è il modello dei gadget “sputi e coccole” che possono essere acquistati a fine visita.

Gli alpaca sputano quando sono veramente arrabbiati a differenza del lama che sputa appena vede le persone.

A malincuore siamo arrivati alla fine del nostro pomeriggio con gli alpaca.

Sarebbe meraviglioso poterne adottare uno da tenere in giardino, ci aiuterebbe a curare il pratino all’inglese.

Consiglio caldamente questa tenera esperienza sia in presenza di bambini, adolescenti come Bianca o solo adulti. Noi sicuramente la rifaremo in inverno per vedere gli alpaca con tutta la loro meravigliosa “pelliccia”.

Il giorno successivo al pomeriggio con gli alpaca ci viene inviato tramite whatsapp il link per scaricare le foto che ci sono state fatte dal personale.

Cenni sull’allevamento

L’allevamento Albus Apacas nasce dall’iniziativa di Cecilia che finite le scuole, decide a 19 anni di comprare 19 alpaca bianchi e vivere di questo.

Cecilia ha iniziato questa avventura, poco più che maggiorenne inconsapevole del lavoro necessario, priva o quasi di nozioni per allevare gli alpaca, ma con la voglia e la tenacia di una giovane donna che ha capito da subito che questo sarebbe stato il suo lavoro.

Mi ha fatto piacere ascoltare la storia di Cecilia. Con le sue parole riesce a trasmettere l’amore che prova per questo lavoro. E’ riuscita ad infondere in Bianca un esempio da seguire. Se ami ciò che fai la fatica e le avversità vengono ricompensate da una serenità interiore.

Info prenotazione

La prenotazione deve essere fatta esclusivamente tramite il sito dell’allevamento ed è possibile scegliere:

  • vista allevamento (tutti)
  • passeggiata corta con alpaca (maggiori di 16 anni)
  • passeggiata lunga con alpaca (maggiori di 16 anni)

Dopo l’acquisto dei biglietti della visita scelta, tramite mail viene inviata l’informativa contenente le indicazioni stradali per raggiungere il luogo e il comportamento da assumere durante la visita.

Caratteristiche dell’Alpaca

Gli alpaca appartengono alla famiglia dei camelidi, sono dei ruminanti e si nutrono di erba associata al mangime.

Possono essere alti fino a 110 centimetri al garrese, non possono essere montati per la fragilità del dorso.

Provengono dal Sud America (Perù, Cile e Bolivia), sono stati, infatti, gli Incas i primi ad allevarli per il loro pelo pregiato e caldo.

La lana

La lana degli alpaca è famosa per essere setosa, leggera e calda, ma anche per essere anallergica, essendo priva di lanolina.

Il manto può essere di vari colori, che vanno dal bianco al nero. La tosatura avviene a maggio le femmine producono 2,5 Kg mentre i maschi 4 Kg di lana. La lana dei Cria (cuccioli) è più pregiata perché più brillante e fine.

In conclusione

Consiglio questa esperienza? Assolutamente si, approvata al 100%

close

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.