Qualcosa su di me, ecco chi sono.

“In viaggio la cosa migliore è perdersi.

Quando ci si smarrisce, i progetti lasciano il posto alle sorprese, ed è allora, ma solamente allora,

che il viaggio comincia” 

Nicolas Bouvier

viaggi
Eccomi!

Ciao mi chiamo Simona, ho una figlia adolescente di nome Bianca, vivo a Firenze ed amo viaggiare.

La passione dei viaggi l’ho ereditata dai miei genitori, a casa di mamma c’era e c’è ancora una sedia in cucina stipata di cataloghi viaggi. (aggiornati all’anno in corso).

In questo anno di pandemia la cosa che più mi è mancato è stato il poter programmare le vacanze. A dire il vero avevo programmato di andare a Lampedusa, ma purtroppo hanno cancella il volo, e di conseguenza ho dovuto disdire anche l’albergo! (Viaggio rimandato a tempi migliori).

In questo momento così particolare dell’intera umanità a causa del Covid, ho pensato di iniziare a raccontare e condividere i miei viaggi passati, e quelli futuri. Per ogni viaggio fatto ho sempre scritto un diario cartaceo, ora metterò online tutto il materiale.

L’obiettivo che mi prefiggo è quello di suscitare in voi la curiosità di visitare i luoghi di cui leggete, ricordandovi che non c’è niente di meglio di Girovagare Insieme con le persone a voi affini. Che siamo familiari, mariti, figli, genitori o amici, perchè condividere i viaggi con le persone amate è il tesoro più grande che possediamo.

Non frequento campeggi, la sola idea di avere il bagno in comune mi manda fuori testa, una sola volta per una notte ho pernottato in una yurta in Francia.

Non frequento alberghi a 5 stelle, cerco di non spendere cifre eccessive pur avendo tutte le comodità. Mi aiuta il fatto che non sono obbligata ad andare in ferie ad agosto.

Cosa mi piace dei viaggi

A me piace organizzare il viaggio dall’inizio.

Mi piace quella sorta di caos nello scegliere la metà, nel prenotare, nel calcolare i giorni e decidere il periodo della partenza. Attività non sempre facile perché devo coordinarmi con Bianca. Troppo ligia al dovere non vuol perdere un solo giorno di scuola. Credo che siamo una famiglia un po’ anomala dove il genitore farebbe saltare la scuola alla figlia, ma la figlia non vuole.

Viaggiare per me è anche andare alla scoperta di città, borghi, parchi naturali, mostre, chiese vicino a casa. Spesso si pensa al ‘viaggio’ come qualcosa di lontano ma le meraviglie sono anche accanto a noi. A volte mi ritrovo a Girovagare per Firenze facendo la turista, e vedere la mia città con occhi diversi è sempre bello.

Alla fine di ogni articolo metterò un capitolo conclusivo dove darò le percentuali di gradimento per noi. Così se non volete leggere tutto l’articolo andate in fondo.

Ed ora prepariamo la valigia e partiamo!!

viaggi

Simona Cattarulla

close