L’Officina Farmaceutica più vecchia al mondo

postato in: Italia | 0

Spesso mi capita di fare la turista a Firenze, perchè pur vivendoci ancora ho tanto da vedere, oggi sono andata all’Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella.

Era da tempo che volevo andarci, oggi era in programma di vedere il Chiostro della Chiesa di Borgognissanti, che apre al pubblico ogni 15 giorni. Abbiamo sbagliato il giovedì così ci siamo dirette all’Officina.

L’Officina Farmaceutica di Firenze in via della Scala n° 16, è la ‘farmacia’ più vecchia al mondo con i sui 800 anni di storia, esporta in tutto il mondo le sue pregiate creazioni.

Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella

Già arrivate davanti all’entrata veniamo accolte da questo portone aperto dove sono appesi fiori secchi, veramente suggestivi, sembra di entrare in un mondo fatato.

Officina Farmaceutica
Ingresso

Attualmente l’Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella è un negozio e un museo, dopo aver salito i 5 gradini girando a destra vi troverete nella Sala Verde le cui pareti sono decorate con i ritratti dei direttori dell’officina. Esposti sui tavoli troviamo candele e profumi per l’ambiente nelle varie fragranze tutte a base naturale.

Se siete appassionati di questi oggetti come la sottoscritta sarà difficile uscire dalla stanza senza aver ‘annusato’ tutte le fragranze.

Officina Farmaceutica

Proseguendo ci ritroviamo nell’antica spezieria oggi erboristeria, dove le pareti sono ricoperte da scaffali in legno al cui interno troviamo oggettistica e strumenti per la preparazione dei prodotti, sembra quasi di rivedere gli ‘speziali’ di un tempo usare tutti gli oggetti esposti.

Anche l’uscita da questa sala per me non è stata semplice, mi sono persa ad ammirare le varie ampolle, bilance e contenitori di ceramica del passato.

Qui troverete tutte le preparazioni dell’Officina (le pasticche, gli elisir e i rimedi officinali) e poi ancora cioccolata, tè, miele, biscotti e liquori, come il celebre Alkermes e il Liquore Mediceo.

Arriviamo per finire alla sala principale, in origine cappella di San Nicola, oggi adibita alla vendita di profumi, saponi e cosmetici, con le sue volte affrescate da Paolino Sarti raffiguranti i quattro continenti.

Officina Farmaceutica

Sono riuscita per la prima volta a non comprare niente, ma la prossima volta il Profumo della Regina sarà mio. All’interno troverete anche la sala da tè dove poter assaggiare i prodotti dolciari dell’Officina.

Le acque profumate all’Officina Farmaceutica

Le prime prime tracce della creazione di acque profumate risale al 1381 quando durante la peste i frati domenicani distillarono l’Acqua di Rose da utilizzare per sanificare gli ambienti e per la cura della persona. Conservati in ampolle in vetro e venduti ai clienti muniti di brocche per il travaso, un’usanza rimasta viva fino alla fine dell’800.

L’Acqua della Regina dell’Officina Farmaceutica

Officina Farmaceutica
Le Essenze

Tra le varie fragranze che oggi possiamo trovare c’è L’Acqua della Regina o Acqua di Santa Maria Novella, la più antica dell’Officina.

L’Acqua della Regina una fragranza dalle note agrumate, fu distillata per la prima volta nel 1533. Come dono di nozze per Caterina de’ Medici che andava in sposa al futuro re di Francia.

L’Officina Farmaceutica nell’800esimo anno dalla sua nascita crea l’Edizione Firenze 1221.

Un po’ di Storia

Siamo nella Firenze del 1221 quando i frati domenicani fondano il convento di Santa Maria Novella iniziando a prendersi cura anche dell’orto dando così vita all’Officina Farmaceutica.

Negli anni i frati domenicani hanno fatto crescere l’esperienza della farmacopea passando da spezieria a Officina profumo – Farmaceutica. Con le loro preparazioni di unguenti, medicamenti, pastiglie fino ad arrivare ai profumi.

Siamo nel 1542 quando le porte della Farmacia aprono al pubblico e la direzione diventa laica, solo nel 1612 prenderà il nome di Officina Profumo-Farmaceutica.

In conclusione

Questo luogo particolare dai mille profumi ricco di storia al centro di Firenze merita sicuramente una visita. Solo visitando questo luogo potrete dire di aver visto la ‘farmacia’ più vecchia al mondo.

Consiglio questa location? Assolutamente si, approvata al 100%.

close

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.