Saint Benoit Del Ondes, la Yurta e le ostriche

postato in: Europa, Francia | 0

Il nostro girovagando Insieme ci ha portato alla visita di Mont Saint Michel, lungo la sua baia troviamo Saint Benoit Del Ondes nel cuore delle paludi bianche, nella regione della Bretagna.

Questo paese è un insieme di villaggi di pescatori costruiti su depositi di conchiglie, troviamo anche allevamenti di ostriche lungo la costa.

Il mare circostante risente della bassa marea rendendo la spiaggia ‘paludosa’, Bianca pensava di poter fare un bagno in mare, ma non è stato possibile.

Ho scelto questo pernottamento per la vicinanza con Mont Saint Michel, e Saint Malo che visiteremo domani mattina e per le ostriche.

Per la prima volta dormiremo in tenda. Non è mai capitato che i miei genitori prenotassero una vacanza in tenda, io ho dormito in tenda 1 sola notte qualche anno fa e per Bianca è la prima volta.

Ho prenotato al Le Village Insolite un campeggio glamping, costituito interamente da tende, ma non le classiche tende ma da YURTA.

La Yurta, detta anche iurta o jurta, è un’abitazione tipica dei popoli nomadi dell’Asia ed in particolare della Mongolia, il cui nome significa “casa ricoperta di feltro”.

Il Glamping è il nuovo concetto di soggiorno, che fonde insieme la liberta del campeggio con le comodità di un hotel. Il termine Glamping, parola macedone, nasce dall’unione delle parole glamour e campeggio. Possiamo trovare tanti stili di ‘glamping’ dal soggiornare in un faro, o dentro una bolla o in un capeggio di Yurta come nel nostro caso.

Questo alloggio rispecchia le comodità di un hotel, stando immersi nella natura. La nostra yurta di 27 mq disponeva di un arredamento dai colori vivaci. Al suo interno avevamo 4 letti singoli, tavolo, sedie, cucina ed utensili, l’unica cosa in comune era il bagno, come da campeggio tradizionale. Per una notte possiamo sopravvivere.

Nei dintorni

Questa zona è ottima per visitare Mont Saint Michel, isolotto sulla cui sommità è stato costruito un santuario in onore di San Michele Arcangelo, famoso per la bassa e alta marea che rende il luogo meta ambita dai turisti.

Saint Malo città portuale della Bretagna, con le sue mura di fortificazione in granito che fungevano da protezione per i corsari.

Cancale o ‘la città delle ostriche’ questa città è famosa per l’allevamento di ostriche.

Ostriche e non solo

L’altro motivo per cui ho scelto questa zona, è per la vicinanza a Cancale, la città delle Ostriche.

Mi era capitato di venire in questa città durante un altro viaggio, e ricordavo con grande simpatia questa città dove lungo il porto, troviamo baracchini che vendono le Ostriche. Si può comprare in piatto di Ostriche, mangiarlo sul lungo mare e gettare i carapaci, sulla spiaggia.

Questa seconda visita, sono andata di pomeriggio e i baracchini addetti alla vendita erano già chiusi, e sulla spiaggia non c’erano i cumuli di gusci di ostica.

Decidiamo di mangiare in uno dei ristoranti lungo mare, con vista mare, in modo da ammirare il tramonto sulla baia.

Inutile dire che siamo venuti qui per mangiare ‘ostriche e champagne’ al posto dello champagne prendiamo un vino bianco frizzante.

Ordiniamo un misto di pesce crudo per 2 persone, certi di mangiarci in quattro. Quando arriva la nostra ordinazione la faccia del mio babbo dice tutto. E ora come facciamo a finirlo?

Un tripudio di pesce crudo, granchi, ostriche, gamberi, lumache di mare, gamberetti vongole…

Quando si pensa alle Ostriche si pensa alla Francia, guardando gli altri commensali, noto che le Ostriche le mangiano spruzzando sopra un pò di limone, per poi accompagnarle con del pane e burro. Proviamo a fare la stessa cosa anche noi, io, Bianca e la mamma preferiamo le ostriche al naturale, il babbo le preferisce con il limone.

Era la prima volta che mangiavamo del crudo di pesce, di questo tipo, dire che era buono, è dire poco. Una meraviglia di colori e sapori. Da allora ogni volte che andiamo in un ristorante di pesce, cerchiamo una cosa simile, ma purtroppo nei ristoranti italiani ancora non abbiamo trovato questo piatto. Troviamo solo salmone o pesce spada crudi, che sono buoni, ma non c’è paragone.

Torneremo in questi luoghi solo per tornare a mangiare a Cancale, non possiamo fare a meno di un cibo così buono.

In conclusione

Consiglio questa location? solo per il cibo, approvata al 100%.

close

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.