Un borgo incantato di nome Rasiglia

postato in: Borghi, Italia | 2

Oggi il nostro girovagando insieme ci ha portato alla scoperta di un borgo incantato di nome Rasiglia.

Siamo nel cuore dell’Umbria nella Valle del Menotre a 20 km da Foligno e 54 da Perugia, Rasiglia è una frazione montana a 648 metri s.l.m.

Rasiglia è anche conosciuta come “Borgo dei ruscelli” o “Venezia dell’Umbria”. Qui canali chiuse e cascate sono l’attrazione principale. Già nel medioevo veniva usata l’energia dell’acqua per far funzionare i telai, su cui si basava l’economia di Rasiglia. Inizialmente con la lavorazione di pelli e lane e sviluppatasi con l’apertura di concerie, filande e tintorie.

Cosa vedere a Rasiglia

Ho conosciuto questo borgo attraverso i social, già dalle prime foto viste mi è sembrato un borgo da scoprire. Bianca è in piena adolescenza e coinvolgerla nella visita dei borghi, che attualmente non apprezza, è sempre più difficile. Ma il borgo incantato di nome Rasiglia è riuscito nell’intento di attirare l’attenzione anche di un adolescente.

Il borgo è molto piccolo, lo si visita in poco tempo. Ci imbattiamo subito nella Peschiera un bacino cristallino, situato al centro del paese. Dall’altro lato della peschiera, passando per il negozio del telaio a mano, è possibile entrare nella “teca” da dove sembra essere sospesi sul laghetto.

Continuando per la strada principale, dove troverete ristoranti e negozi di souvenir troviamo un palazzo occupato dal grande telaio meccanico Jacquard, di fine ‘800, in grado di eseguire complessi disegni sui tessuti.

Poco distante troviamo il mulino a pietra, anche questo visitabile gratuitamente, deve poter acquistare prodotti locali.

Continuando la nostra visita entriamo nel negozio, del telaio a mano, dove è possibile vedere il suo funzionamento.

Continuiamo a salire, e troviamo le cascate, le chiuse, il ponticello che si prestano per fotografie bellissime.

Continuando potrete raggiungere la Fonte Capovena, che alimenta i canali di Rasiglia, e i resti del Castello di Rasiglia adibito un tempo ad uso militare.

Oggi il paese vive del turismo, che sta diventando sempre più presente, non ci aspettavamo di trovare così tante persone, devo ammettere che tutta questa massa di gente ci ha tolto un pò la sensazione del borgo incantato. Resta comunque un borgo da visitare, forse in un periodo un pò meno affollato, non avrei avuto questa sensazione. (era la settimana del ferragosto)

Dove parcheggiare in un borgo di nome Rasiglia

Il centro storico di Rasiglia è solo pedonale. Potete parcheggiare la vostra auto nei parcheggi gratuiti:

  • Area parcheggio turistico, qui troverete anche i bagni pubblici (gratuiti) e info-point.
  • Nel campo vicino all’incrocio per entrare in paese. (pochi posti disponibili)
  • Parcheggio ex campo sportivo, all’incrocio girate a destra, io ho parcheggiato qui, è quello più grande.

Eventi di Rasiglia da non perdere

Vi segnalo due eventi principali a Rasiglia:  

  • Penelope a Rasiglia, primo weekend di giugno, rievocazione di attività tipiche del passato, potrete vedere tuttoil processo della tessitura, partendo dalla tosatura delle pecore per arrivare alla filatura del tessuto.
  • Presepe vivente (26 dicembre e 6 gennaio) personaggi che ripropongono i mestieri praticati nel borgo agli inizi del 900, gli anni del massimo splendere. per controllare le date vi lascio il link.

In conclusione

Consiglio questa esperienza? Assolutamente si, approvata al 100%

.

Se state organizzando un viaggio in Umbria e dintorni, potrebbero interessarvi anche i seguenti articoli:

close

2 risposte

  1. Agnese

    Bellissimo articolo. Chiara e semplice la descrizione. Sono curiosa di andare a visitare Rasiglia. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.